Lettera aperta - Proposta per cittadinanza onoraria a Julian Assange

Il Partito Comunista Italiano – Federazione di Verona, invita il Sindaco di Verona Damiano Tommasi a concedere la cittadinanza onoraria del nostro Comune a Julian Assange.

Julian Assange è un giornalista australiano, cofondatore di Wikileaks, organizzazione che dal 2006 al 2010 ha rivelato diversi documenti relativi a crimini di guerra commessi in vari conflitti tra cui Afghanistan e Iraq.

Nel 2010 ha inizio un calvario legato alla persecuzione da parte del governo degli Stati Uniti d’America. Arrestato nel Regno Unito, è costretto per evitare l’estradizione negli U.S.A. a rifugiarsi per ben sette anni presso l’Ambasciata dell’Ecuador a Londra, luogo in cui gli viene concesso asilo politico in quanto perseguitato. Sette lunghi anni che ne hanno certamente minato la salute psicofisica.

Nel 2019, a fronte di un cambio di governo in Ecuador, l’asilo politico viene revocato e Assange viene nuovamente arrestato dalla polizia britannica. Da quel momento è imprigionato nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh, dove nell’aprile del 2022 lo raggiunge la notizia dell’autorizzazione formale all’estradizione negli Stati Uniti, paese in cui rischia una condanna a 175 anni per ‘spionaggio’.

Julian Assange è un simbolo della vera libertà di stampa e di inchiesta, ne proponiamo quindi la cittadinanza onoraria del Comune di Verona.

 

--Partito Comunista Italiano - Federazione di Veronawww.rossoverona.orgFacebook 'PCI Verona