ItaliacubaVerona

 

L’Educazione è una priorità statale e sociale in Cuba

Il Presidente cubano ha partecipato all’inaugurazione di Pedagogia 2019, incontro a cui partecipano  mille delegati di 43 paesi.

Autore:  | internet@granma.cu

Cuba è una potenza educativa grazie alla volontà del governo. Photo: Ismael Batista

La dottoressa Ena Elsa Velázquez Cobiella, ministro d’Educazione, durante la gala politico-culturale che ha inaugurato nel teatro Karl Marx la XVI edizione del Congresso di Pedagogia, con la presenza del Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz- Canel Bermúdez, ha affermato che l’educazione è una priorità statale e sociale in Cuba, evidenziata  dal fatto che quest’anno, per esempio, si dedica il 23.7 % del bilancio per finanziare un sistema educativo coerente, e che è uno straordinario impegno la lotta costante per elevarne la qualità.
Velázquez Cobiella ha indicato brevemente lo sviluppo di questo settore dal trionfo della Rivoluzione e quanto si fa per realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti nell’Agenda 2030, tracciati tre anni fa in un Forum Mondiale, che vogliono assicurare un insegnamento di qualità, equo e inclusivo, aspirazioni che coincidono nell’essenza con le linee di lavoro seguite da Cuba. 
Poi ha segnalato che il Ministero d’Educazione s’inserisce nel programma d’informatizzazione della società cubana e che una mostra dell’applicazione dei passi avanti della scienza e la tecnologia la costituisce il lavoro per un nuovo pacchetto integrale dei servizi del programma d’alfabetizzazione “Io sì posso”, metodo cubano grazie al quale ci sono tre nazioni dichiarate territori liberi dall’analfabetismo. 
In questa occasione si è reso omaggio a José Ramón Fernández Álvarez, gestore di questi incontri degli  educatori,  iniziati 33 anni fa. 
Roberto Morales Ojeda, membro del Burò Politico del Partito e vicepresidente del Consiglio dei Ministri,  con Olga Lidia Tapia, della Segreteria del Comitato Centrale del Partito, tra i vari dirigenti di organizzazioni politiche e di massa, erano presenti con il teologo brasiliano Frei Betto.

PRECISIONI

0,2 % di analfabeta in Cuba, secondo il Censimento della Popolazione e la Casa del 2012, con alti livelli di scolarità.  
Più di 35 400 professori in esercizio si specializzano in pedagogia in corsi per incontro nelle università.
Più di 37000 maestri di livello medio superiore e universitario si preparano nelle 27 scuole pedagogiche  e nelle 16 università del paese.
Più  di 10.600.000 giovani e adulti di 30 paesi alfabetizzati con il metodo cubano “Io, sì posso”. (GM – Granma Int.)